Home| Chi siamo| Cosa facciamo| Perchè siamo nate | Spiritualità| La nostra storia | Libreria| Fondatore|Famiglia Paolina| Preghiere |Archivio | Links | Scrivici | Area Riservata |Webmail | Mappa del sito

 

CON MARIA MADRE DI DIO

 



1° Gennaio. Si ricomincia: un nuovo anno, un nuovo cammino! La prima giornata del nuovo anno è rallegrata anche dalla luminosa figura di Maria: Maria è elevata a una dignità altissima che confina con la divinità, Ella è Madre dell’Amore. Così nel succedersi dei mesi incontriamo e festeggiamo Maria in tutta la sua bellezza grazie a festività a lei dedicate. Nel libro Maria con te, edito dalle Paoline, troviamo raccolti alcuni articoli riguardanti queste memorie liturgiche che DON GUIDO GANDOLFO ha pubblicato sul mensile “Madre di Dio”. Quaranta giorni dopo il Natale celebriamo la Presentazione di Gesù al Tempio, questo è il ruolo che meglio compete a Maria: presentare Gesù, donarlo al mondo, e lo fa anche attraverso di noi.
La missione della Chiesa, quindi anche la nostra, è sempre portare e donare Gesù. La nuova luce della primavera sgorga anche dalle Feste liturgiche del mese di Marzo: Annunciazione e San Giuseppe. Il ruolo di Maria viene confermato nel Mistero della Passione e Resurrezione di Cristo: corredentrice del genere umano, offriva il Figlio, offriva se stessa. Poi lungo l’anno i vari titoli con i quali Maria si è rivelata ed è tutt’ora venerata: Immacolata, Assunta, Vergine del monte Carmelo e del Rosario. Non c’è fondatore che non abbia posto la sua opera, e prima ancora il proprio personale cammino di santità, sotto la protezione della Madonna. La Chiesa stessa continua a proporci l’imitazione di Maria, la prima cristiana, l’ideale di ogni persona che voglia vivere nel modo più pieno il rapporto di amicizia e di amore con Dio. «Qualunque siano i tuoi desideri prega con umiltà affinché ti vengano esauditi per tramite di Maria. Grande è la sua grazia, e grande è la sua gloria in Gesù che è Salvatore suo e nostro, al di sopra di tutti i santi del cielo. Tutto però è a favore di noi che siamo sulla terra. Affidati dunque alla sua fedeltà, poiché le sue preghiere sono ben accette a Dio e tutto ciò che ella chiede e desidera è gradito a lei stessa e al suo stesso Figlio, giovando alla tua salvezza secondo i piani di Dio» (da L’Imitazione di Maria).

Rosaria G.