Home| Chi siamo| Cosa facciamo| Perchè siamo nate | Spiritualità| La nostra storia | Libreria| Fondatore|Famiglia Paolina| Preghiere |Archivio | Links | Scrivici | Area Riservata |Webmail | Mappa del sito

 

L'ARTE DELLA GIOIA

 



«La gioia del Signore è la nostra forza» (Messale Romano: formula di congedo della Messa, p. 425; cfr. Ne 8,10). Quando la gioia mette radici nel cuore, tutto muta e tutto trasforma. La persona che ne è abitata è riconoscibile attraverso il suo sguardo, le sue parole e le sue azioni, perché ha in sé una forza travolgente. Si può essere ricolmi di gioia, ma questa condizione esige disponibilità, partecipazione, lotta, conquista; non sarà sempre facile rimanere nella gioia, ma, decisamente, è alla portata di tutti. Lungo il percorso della vita sicuramente incontriamo difficoltà, incomprensione, rifiuto; a volte ci sentiamo inadeguati, non sempre siamo sostenuti e incoraggiati nelle difficoltà, in un modo o nell’altro tutti ci sentiamo feriti. Lasciamo allora che sia Dio a prendersi cura di noi e sperimenteremo una gioia indescrivibile e incontenibile, una vera trasfigurazione.
Apriamo a Lui il nostro cuore, non lasciamoci confondere dalla tristezza e dalle contraddizioni che provocano difficoltà al vivere una quotidianità segnata dalla pace interiore, dalla fiducia, dall’amore. Sono le riflessioni e provocazioni che TIZIANO SOLDAVINI, sacerdote diocesano esperto in Psicologia, Comunicazione e Formazione, ci offre nel suo libro L’arte della gioia delle Paoline Editoriale Libri. Un percorso che parte dall’accogliere la gioia che viene da Dio ed è un invito a darci da fare per crescere in essa. È sollecitazione ad intraprendere un vero e proprio percorso educativo, che ha le sue fatiche, il suo prezzo e le sue diverse sfaccettature: dal riconoscere la tristezza “buona” che conduce alla conversione, alla purificazione della memoria che porta alla semplicità, al non prendersi troppo sul serio, evitando la sindrome dei brontoloni con comportamenti tristi ed egoistici... quasi sempre fallimentari! Certo nella palestra della gioia ci sono molti esercizi da fare con coraggio e perseveranza, nella calma e nel silenzio interiori, mettendo al centro il Signore Gesù e la sua Parola che nutre, accompagnati da tanti profeti/testimoni della gioia di tutti i tempi. Persone sedotte dall’Amore, appassionate dell’uomo e della storia, costantemente in missione, che non si sono smarrite nella peggiore delle paludi: quella dell’indifferenza e dell’apatia.

Rosaria G.